LA NOSTRA STORIA


Artsana nasce nel 1946 come agenzia commerciale, specializzata nella venipuntura e nella medicazione, in un piccolo ufficio sulle rive del Lago di Como per iniziativa di Pietro Catelli. Grazie all’estro del suo fondatore, l’azienda cresce a vista d’occhio e in pochi anni diventa leader nel campo della distribuzione. Dodici anni dopo la fondazione, nel 1958, nasce Enrico, primogenito di Pietro Catelli, al quale il padre dedica quella che sarà la sua più felice intuizione imprenditoriale.

Compare, infatti, allora il marchio Chicco -diminutivo di Enrico- che nel giro di pochi anni diviene sinonimo di puericultura nelle famiglie italiane. Giocattoli come la “casina delle api” o i biberon dotati dell’innovativo sistema anti singhiozzo, entrano nelle case di una nazione travolta e inebriata dal boom economico e nella quale cresce anche l’attenzione al mondo dell’infanzia. Ma l’inventiva di Pietro Catelli, insignito nel 1974 del titolo di Cavaliere del Lavoro, non si ferma e dal suo estro vulcanico nasceranno ancora i marchi Pic, leader italiano del settore Self Care, Serenity e Lycia. Nel 2006, circondato dall’affetto della moglie Licia e dei tre figli Enrico, Michele e Francesca, Pietro Catelli si spegne nella sua casa di Como lasciando una ricca e unica eredità imprenditoriale, italiana, nel mondo alla quale i tre figli danno continuità.

Le azioni a suo nome continuano ancora oggi infatti dal 2011 presso il Politecnico di Milano vengono istituite due borse di studio annuali intitolate alla memoria del fondatore.
Nel 2014 la città di Como rivolge un’importante tributo al Cavaliere del Lavoro Pietro Catelli, intitolando alla sua memoria l’ultimo tratto del Lungolago cittadino.  
Dal 2015 la Pinacoteca di Como ospita un ritratto del Fondatore a testimonianza del legame con la sua città natale.

 

La straordinaria vita del Cavaliere del Lavoro Pietro Catelli è diventata una biografia, in vendita nelle migliori librerie e nei negozi Chicco in Italia.

 

 

Copyright © 2001-2017, Artsana S.p.A. Tutti I diritti riservati